RSS

Le più grandi difficoltà degli esseri umani

18 mar

Oggi ho la possibilità di incontrare e lavorare con tanti esseri umani alla ricerca di loro stessi e di un cammino di felicità.

prendi-la-croce-e-seguimi

Ho provato a sintetizzare quelle che sono le difficoltà più ricorrenti che questi meravigliosi esseri umani incontrano lungo il loro cammino eroico.

Eccole qui non in ordine di priorità:

  1. MANCANZA DI CHIAREZZA
  2. NON SAPERE VERSO QUALE DIREZIONE MUOVERSI
  3. DIFFICOLTA’ A PENSARE DI POTER FAR ACCADERE LE COSE
  4. MANCANZA DI SICUREZZA E AUTOSTIMA
  5. DIFFICOLTA’ IMPOSSIBILITA’ A GESTIRE I PROPRI STATI INTERIORI
  6. MANCANZA DI CONTINUITA’ NEL PERSEGUIRE GLI OBIETTIVI
  7. CARENZA DI AUTO-MOTIVAZIONE

 

Vediamoli velocemente uno a uno.

I primi due punti ( 1 e 2) hanno molto a che vedere con il proprio scopo e la direzione della prorpia esistenza. Non ho chiarezza se non so dove sono arrivato e sopratutto dove sto andando. Non posso muovermi verso un percorso evolutivo se non chiarisco a me stesso quale sia il tragitto e la stella polare. Ma la primissima cosa è capire dove mi trovo oggi, chi sono e cosa sto facendo. Tutto questo ha a che fare anche con il senso di identità e di connessione con sè stessi. Si tratta finalmente di fermarsi e concedersi il tempo di stare con sè stessi e capire chi siamo. Cosa che molte volte non ci concediamo facendoci sopraffare da mille pretesti.

Il punto 3 invece ha a che vedere con il cambio di paradigma da vittima a creatore. Moltissimi credono che la vita sia una fitta selva di eventi casuali e che non ci sia alcun collegamento con la loro interiorità. Ci si sente schiacciati dal senso di vittimismo del mondo esterno. Non si vuole assumere la responsabilità di prendersi carico sulle proprie spalle della vita Prendi la tua croce recita il Vangelo. E’ importantissimo lavorare su questo enorme cambio di paradigma.

Il punto 4 l’autostima e la sicurezza interiore si costruisce con le esperienze di vita fin dalla fanciullezza. Esse dipendono molto da come ci hanno fatto sentire i nostri genitori. Se non ci hanno mai incoraggiati nel senso dell’autonomia e nel farci sentire stimati da adulti avremo delle difficoltà. Bisogna lavorare su piccoli step nell’incoraggiarci attraverso i risultati. E’ come muoveri i primi passi ad un anno di età. Si fa il primo passo, si prende coraggio e se ne fanno due. Riconosciamoci i meriti delle nostre azioni.

Il punto 5 difficoltà a gestire i propri stati interiori discende dalla carenza di abitudine nell’osservarsi. Siamo abituati troppo a funzionare meccanicamente. Le emozioni, i pensieri, i dialoghi interni vanno osservato consapevolmente senza giudizio. Cosa buona è tenere un diario del proprio mondo interiore costantemente aggiornato.Questa è la strada per accrescere il potere personale e la padronanza.

Il punto 6 mancanza di continuità a perseguire i propri obiettivi. Moltissimi hanno bisogno di pressioni esterne, per esempio di quelle di un coach esperto, nel mantenere il focus sugli obiettivi. Ci si lascia al primo ostacolo risucchiare dalla routine e si rcomincia la vita di sempre come se nulla fosse e non si progredisce. Servono pressioni continue che se non si è capaci di darsi bisogna farsi dare dall’esterno.

Il punto 7 carenza di auto-motivazione. Molte volte collegata alla carenza di uno scopo forte, autentico, efficace. Oppure dal fatto che si è soggetti ad alti e bassi notevoli e continui. Occorre trovare strategie personali, espedienti per auto-motivarsi quando si va in carenza.

Se pensi che ci sia qualche altro punto da aggiungere postalo nei commenti e facci sapere cosa ne pensi.

 

About these ads
 

4 risposte a “Le più grandi difficoltà degli esseri umani

  1. Anna

    18 marzo 2013 at 2:50 PM

    Per me non manca nulla, hai citato tutti i punti critici. Per quanto mi riguarda hai fatto centro nel punto 7! Non tanto per la mancanza di uno scopo forte, ma nel fatto di essere soggetti ad alti e bassi notevoli e continui, soprattutto dall ambiente in cui si è costretti a vivere (famiglia). Ti si risucchiano tutte le energie vitali e ti ritrovi continuamente allo stesso punto. Che dannazione!
    E facendo attenzione mi sono accorta che molte persone hanno lo stesso problema anche senza rendersene conto! E’ molto triste tutto ciò.
    Secondo me dovresti scrivere un articolo che approfondisca questo punto. I miei espedienti personali attualmente sono poco raffinati, trattasi di due grossi tappi per le orecchie o mp3 con musica preferita…

    Grazie per quello che fai. :)

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 30 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: